Giudici popolari delle Corti di Assise e delle Corti di Assise di Appello

Giudici popolari delle Corti di Assise e delle Corti di Assise di Appello
12/05/2017

Giudici popolari delle Corti di Assise e delle Corti di Assise di Appello

Il giudice popolare è il cittadino italiano, iscritto all'Albo dei Giudici Popolari previa richiesta al

comune di residenza, che viene chiamato nelle Corti di Assise e nelle Corti di Assise d'Appello per

affiancare i giudici assistendoli nelle udienze e partecipando alle decisioni contenute nelle sentenze.

Detto ufficio di giudice popolare è a carattere obbligatorio. La nomina da parte dei Tribunali

avviene mediante sorteggio ed è subordinata ad alcuni requisiti necessari: cittadinanza italiana, età

compresa tra i 30 e i 65 anni, godimento dei diritti civili e politici, buona condotta morale, possesso

di licenza scuola secondaria di primo grado (per la Corte d'Assise) o di scuola secondaria di

secondo grado (per la Corte d'Assise d'Appello). Sono esclusi di diritto i magistrati e i funzionari in

servizio all'ordine giudiziario, gli appartenenti alle forze armate e alla polizia e i membri di culto e

religiosi di ogni ordine e congregazione. I nominativi vengono estratti da elenchi formati nei singoli

comuni di residenza. Gli elenchi dei Giudici di entrambi le Corti vengono aggiornati ogni due anni,

negli anni dispari ( es. 2009, 2011, 2013….) dal Comune di residenza dei cittadini che ne facciano

richiesta su apposito modulo. Il trasferimento di residenza da un Comune all’altro della Repubblica

non comporta decadimento dell’iscrizione a detto ufficio, ma semplicemente il trasferimento del

proprio nominativo dagli elenchi di un Comune a quelli dell’altro Comune di nuova iscrizione

anagrafica.

Avviso

Domanda di iscrizione negli elenchi dei Giudici Popolari delle Corti d’Assise e delle Corti

d’Assise d’Appello